Come salvare una catena vendendo caffè a 20 euro: la strategia di Pret a Manger

Come salvare una catena vendendo caffè a 20 euro: la strategia di Pret a Manger

Se hai visitato negli ultimi anni nel Regno Unito, ti è sicuramente capitato di vedere diverse persone con in mano il classico bicchierone di caffè americano oppure camminare frettolosamente azzannando un panino.

Se ti è successo, è piuttosto probabile che quel caffè o quel panino provenissero da uno dei più di 500 punti vendita di Pret a Manger.

(continua dopo la foto)

Pret,Victoria_Place.jpg

Cosa è Pret a Manger?

Pret, come viene chiamata da molti, è una delle catene di fast food più famose nel Regno Unito.

L'offerta è molto simile a quella Starbucks con sandwich, frutta e dessert freschi accompagnati da espresso, caffè americano o frappuccini, il più delle volte acquistati da lavoratori provenienti dagli uffici in centro città.

Come molte attività, anche Pret ha dovuto fare i conti con una crisi dovuta alla pandemia.

Il 60% dei lavoratori di Londra, ad esempio, non è ancora tornato in ufficio e i ricavi derivanti dai punti vendita di Pret (strategicamente posizionati in zone della città ad alta densità di uffici e snodi dei trasporti pubblici) hanno risentito così tanto da giustificare il taglio di quasi un terzo dei propri dipendenti.

Fiduciosi della qualità dei propri prodotti, alcuni punti vendita sono stati trasformati in veri e propri supermercati. Altri sono stati chiusi temporaneamente: troppo alti i costi di gestione.

La nuova strategia

Dall'8 settembre scorso, però, Pret sembra aver trovato la strada giusta per venire incontro ai propri clienti più fidati e, allo stesso tempo, assicurare ai propri punti vendita delle entrate fisse.

Come? Vendendo abbonamenti.

Infatti, a fronte del pagamento di 20 sterline, i clienti di Pret possono godere di qualsiasi bevanda disponibile nei punti vendita partecipanti (e il primo mese è gratuito).

La nuova iniziativa, chiamata YouPret, dà la possibilità a chiunque abbia sottoscritto l'abbonamento, di consumare fino a cinque bevande al giorno con un'attesa di almeno 30 minuti tra una consumazione e l'altra (non si può utilizzare per pagare il conto di un'uscita tra amici, quindi).

AGGIORNAMENTO: I RISULTATI DOPO UNA SETTIMANA

Una settimana dopo il lancio, il Guardian, noto giornale britannico, ha pubblicato un'intervista a Pano Christou, direttore di Pret, avvenuta proprio il giorno del lancio della campagna di abbonamenti.

Alle ore 15 erano già stati sottoscritti 16.500 abbonamenti, ben al di sopra delle aspettative che erano di massimo 3.000 sottoscrizioni per il primo giorno.

Questo ci ha ricordato molto i nostri amici di Libri Necessari, di cui abbiamo parlato nel nostro blog. Erano convinti che le prime sottoscrizioni sarebbero arrivate con il tempo; invece, sono arrivate 7 sottoscrizioni solo nella prima settimana.

Cosa puoi fare per la tua attività?

Se la tua attività opera nel mondo della ristorazione, questa è solo una delle strategie che puoi semplicemente replicare per il tuo business grazie a MENSILE.

Con MENSILE puoi vendere abbonamenti per la tua attività, gestire le sottoscrizioni, inviare comunicazioni a tutti coloro che hanno sottoscritto i tuoi abbonamenti e, soprattutto, regolare gli abbonamenti con dei termini e condizioni che siano sempre validi.

Genera il tuo primo abbonamento da qui →

Il futuro è MENSILE.